RIQUALIFICAZIONE E CERTIFICAZIONE ENERGETICA

Riqualificazione energetica

Architecno si occupa di progettazione integrata per la riqualificazione energetica di edifici penalizzati da elevati consumi. Attraverso una fase diagnostica preliminare ed uno studio sistematico del manufatto architettonico, la società Architecno propone una risposta alle esigenze di riduzione dei consumi, attuando interventi mirati sia per quanto riguarda la sola architettura, sia per quanto riguarda gli impianti tecnologici tradizionali, mediante fonti energetiche rinnovabili. Gli interventi progettati sono mirati per essere applicati sia a singole unità abitative, sia a importanti complessi residenziali e industriali.

Certificazione Energetica

Dal 4 gennaio 2003 è in vigore la Direttiva dell'Unione Europea del 16 dicembre 2002, che rende obbligatoria la certificazione energetica degli edifici.

Questa direttiva in Italia, viene recepita con l'emanazione dei decreti di Legge 192/05 e 311/06, che prevedono l’estensione dell’obbligo di certificazione energetica agli edifici esistenti a partire dal 1° luglio 2007, nel momento in cui vengano immessi nel mercato immobiliare. A partire dal 1° luglio 2007 la certificazione energetica diventa obbligatoria per gli edifici superiori a 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell’intero immobile, mentre dal 1° luglio 2008 l’obbligo scatta anche per gli edifici sotto i 1000 metri quadrati, sempre nel caso di compravendita dell’intero immobile. Dal 1° luglio 2009 il certificato di efficienza energetica è diventato obbligatorio anche per la compravendita dei singoli appartamenti, e dal 1° luglio 2010 lo sarà anche per le unità immobiliari in locazione.

ARCHITECNO© rilascia attestati di CERTIFICAZIONI ENERGETICHE per edifici, case, appartamenti e costruzioni edili in generale. La figura del certificatore energetico è direttamente responsabile, attraverso l’emissione dell’attestato di certificazione energetica, della classificazione attribuita ad un edificio.

La termografia è una tecnica ispettiva di sicuro interesse per la figura del certificatore energetico. Per calcolare il valore U (trasmittanza termica) di pareti o coperture indicato nelle certificazioni, suddetta figura può avvalersi di software appositamente sviluppati (che non danno garanzia di risultati oggettivi), oppure utilizzare adatti strumenti di misura che determinano in maniera precisa i valori di trasmittanza termica (termoflussimetro). E’ in questo momento che la termografia diventa alleata del certificatore energetico, e rappresenta per noi il vero valore aggiunto alla semplice procedura di determinazione della classe energetica di un'edificio. Infatti, condurre misurazioni precise ed oggettive (in materia di efficienza energetica), significa individuare preventivamente zone energicamente critiche (con importanti scambi termici), ed in quei punti misurare il valore U. L’unica tecnica ispettiva che permette di rilevare preventivamente suddette aree è la termografia.