Scopri di più sulla

Termografia

Scopri di più sul

Termo-flussimetro

Scopri di più sul

Blower door test

Scopri di più sulle

Indagini non distruttive

Blower door test

L’impiego del sistema Blower Door per la valutazione dell’ermeticità durante la fase di costruzione di un edificio può risultare particolarmente interessante e vantaggioso. In questo modo viene garantita a lavori conclusi l’ermeticità richiesta, evitando così la necessità di dovere intervenire quando l’edificio è già utilizzato o pronto per l’uso. Nella fase di realizzazione di un manufatto edile, eventuali punti di non ermeticità possono in essere localizzati e facilmente ripristinati, con un intervento più semplice e dai costi più contenuti. Tutti gli edifici infatti sono costruiti con materiali e componenti diversi, generando giunti e sovrapposizioni che necessitano una sigillatura adeguata. Nel corso del tempo, a causa dei movimenti delle diverse parti edili, se non vengono utilizzate sigillature adeguate, eventuali imperfezioni degenerano creandone delle nuove. I tipici punti deboli della tenuta all’aria si riscontrano laddove lo strato impermeabile può essere perforato o più in generale interrotto, ad esempio in corrispondenza di:

  • chiusure tra muro perimetrale esterno e tramezzi, tetto e solai
  • finestre, porte esterne, lucernai
  • prese, interruttori, condutture degli impianti tecnici inseriti nei muri perimetrali, condutture del camino, ecc.
  • accessi a soffitte termicamente non isolate o a cantine non riscaldate

A causa della mancata permeabilità, l’aria esterna che soffia sulle pareti esposte al vento, oltre ad incidere negativamente sul bilancio energetico, talvolta può mettere in movimento materiali dannosi contenuti negli elementi edili (polveri,fibre, ecc.) o perlomeno causare delle correnti d’aria indesiderate.

senza ventilazione meccanica (ventilazione naturale) 3 con aspirazione meccanica dell’aria senza recupero di calore 1.5 aspirazione ed alimentazione guidata con recupero di calore 1 case passive a basso consumo di energia 0.6In sintesi il Blower Door è un dispositivo di ventilazione, che viene montato in corrispondenza di una porta esterna. Il ventilatore richiama aria dall’edificio fino a produrre e mantenere all’interno dell’edificio una depressione di 50 Pa. Misurando il flusso in uscita attraverso il ventilatore, si ricava l’indice che esprime il numero di volte che l'aria viene ricambiata all'interno di un edificio durante un’ora, in presenza di una depressione di 50 Pa, e viene utilizzato nelle nuove norme per valutare la permeabilità all’aria dell’involucro di un edificio. A livello europeo sono stati fissati dei limiti che dipendono dal tipo di ventilazione:

  • senza ventilazione meccanica (ventilazione naturale) 3
  • con aspirazione meccanica dell’aria senza recupero di calore 1.5
  • aspirazione ed alimentazione guidata con recupero di calore 1
  • case passive a basso consumo di energia 0.6

Durante una misura con il sistema Blower Door, l’aria esterna penetra all’interno dell’edificio attraverso fessure o fughe. Con l’aiuto di un anemometro termico, questi punti “deboli” possono essere individuati ed è possibile quantificare la loro importanza per la permeabilità dell’edifico. L’impiego di un generatore di nebbia rende le fessure addirittura visibili. Inoltre, abbinando il Blowerdoor alla termografia si possono distinguere i ponti termici (a causa di materiali poco isolanti) dalle fughe di calore per convezione, che su un’immagine termografica apparirebbero entrambi in tonalità scure (superfici fredde). Questo aspetto può avere una notevole importanza nel caso di risanamento termico di edifici esistenti, al fine di intervenire in maniera mirata ed eventualmente ottenere con il miglioramento dell’ermeticità risultati simili a quelli che si raggiungono migliorando l’isolamento termico. La presenza di punti di non ermeticità può inoltre compromettere l’efficacia dell’isolamento termico di un edificio, riducendo di conseguenza il comfort e aumentando il dispendio energetico.