SANTUARIO DI SOMBRENO

LL’intervento che verrà effettuato su questo edificio religioso riguarda, il restauro dei prospetti interni, i quali, presentano un degrado abbastanza generalizzato, in particolare in corrispondenza delle volte, dove si osservano numerosi sollevamenti della pellicola pittorica e distacchi degli stucchi, con cadute e perdita di materiale molto esteso.
Durante la fase preliminare è stata eseguita un’accurata indagine diagnostica termografica il cui scopo è stata l'analisi delle dispersioni termiche dell'involucro e l'individuazione delle porzioni a temperatura anomala come possibili aree di formazione di condensazione superficiale.

La prova termografica è stata accompagnata da un monitoraggio termo igrometrico interno con sonde ambientali.
La fase prioritaria per l’intervento di conservazione delle superfici interne prevede la realizzazione di uno scannafosso sul perimetro esterno della struttura, per sanare i problemi di risalita capillare presenti nella muratura. Si precisa che questi problemi sono di lieve entità e molto localizzati.
Gli interventi principali, che verranno effettuati per il restauro conservativo, saranno: • Il preconsolidamento
• La pulitura
• Il consolidamento
• Il restauro conservativo, con ridipintura, stuccature e ripristini

Caratteristiche degli interventi di pulitura
La pulitura consiste in una serie di operazioni per rimuovere dalla superficie di un materiale le sostanze estranee, patogene generatrici di degrado, che si avvale di metodi fisici e/o chimici da impiegare con gradualità e intensità diversa in rapporto al tipo di sostanza che si intende eliminare.

Caratteristiche degli interventi di Consolidamento Il consolidamento di un materiale consiste in un intervento atto a migliorarne le caratteristiche meccaniche, in particolare la resistenza agli sforzi e la coesione, senza alterare patologicamente le prestazioni igrotermiche. Terminata la fase di restauro conservativo dell’apparato decorativo interno e risanata la muratura dalla presenza di acqua al suo interno, il Santuario sarà restituito alla comunità di Sombreno.